Internazionale a Ferrara: al blogger bengalese Asif Mohiuddin il premio Politkovskaja

Mohiuddin si è battuto per il diritto di informazione contro il fondamentalismo

29 SETTEMBRE 2015
Riassunto
Il premio Politkovskaja che anche quest’anno aprirà il festival andrà a Asif Mohiuddin, blogger e attivista bangladese già vincitore del premio Bobs 2012, il più importante riconoscimento mondiale per gli attivisti digitali.

La settima edizione del premio Politkovskaja va al blogger bengalese Asif Mohiuddin che si è battuto per la libertà di stampa contro il fondamentalismo.

Nato su iniziativa di Internazionale e dal Comune di Ferrara, con la collaborazione della casa editrice Adelphi, il premio Anna Politkovskaja è un omaggio alla memoria e al lavoro di denuncia della giornalista russa uccisa a Mosca il 7 ottobre 2006.

Asif Mohiuddin si è battuto lungamente per la parità di genere, scrivendo articoli contro il maschilismo, la pena di morte per apostasia nell’Islam e denunciando le violenze domestiche di cui migliaia di donne sono vittime nel suo paese. Aggredito e accoltellato da quattro giovani fondamentalisti, è stato poi arrestato dal Governo bengalese con l’accusa di commenti offensivi nei confronti dell’Islam e Maometto. Oggi è rifugiato in Germania.

La sua storia, le sue battaglie e le dolorose conseguenze cui è andato coraggiosamente incontro, rappresentano quelli che sono i limiti alla libertà di stampa in moltissimi paesi mediorientali dove le critiche al fondamentalismo religioso non sono ammesse. Il numero delle violazione perpetrate da parte di alcuni rappresentanti del governo è in continuo incremento e il tasso di impunità è altissimo anche perché risulta ancora marginale il ruolo delle istituzioni e della magistratura.

Il premio sarà consegnato da Giovanni De Mauro, direttore di Internazionale, e Tiziano Tagliani, Sindaco di Ferrara. Il premio Anna Politkovskaja è nato per sostenere l’impegno e il coraggio di giovani reporter che nel mondo si sono distinti per le loro inchieste e che mettono in gioco la loro vita per la libertà di stampa.

Dopo la premiazione, che si terrà Venerdì 2 ottobre alle 10.30 al cinema Apollo, Asif Mohiuddin sarà intervistato da Francesca Paci, giornalista de La Stampa, sulla situazione in Bangladesh e sulla sua storia personale.

Download PDF
Download PDF
Profilo Aziendale Internazionale 2015

Internazionale a Ferrara è il festival di Internazionale. Un weekend di incontri con giornalisti, scrittori e artisti provenienti da tutto il mondo.

Nel 2014, con 230 ospiti arrivati da trenta paesi, workshop, conferenze in live-streaming, mostre, concerti, proiezione di documentari, laboratori per bambini, Internazionale a Ferrara ha registrato 71.000 presenze, con un aumento di pubblico del 12% rispetto all’edizione precedente

L’ingresso agli eventi è gratuito, tranne quello ai documentari.

Tra gli ospiti delle edizioni passate: Natalie Nougayrède, Jayati Ghosh, Arundhati Roy, Bill Emmott, Dana Priest, Evgeny Morozov, Olivier Roy e Roberto Saviano.

Tutti gli eventi si svolgono nel centro storico di Ferrara dove è facile spostarsi a piedi o in bicicletta.

Nel corso degli anni si è provveduto a un progressivo abbattimento di tutte le barriere architettoniche nelle location del festival. Anche quest'anno, alcuni degli incontri saranno tradotti nella lingua dei segni italiana (LIS), al fine di integrare e migliorare i servizi offerti alle persone diversamente abili. In questo modo “Internazionale a Ferrara” si è configurato come il primo festival italiano completamente accessibile.

Dal 2009 inoltre il festival organizza il premio giornalistico Anna Politkovskaja, per ricordare la giornalista russa uccisa nel 2006.

Il festival, nato nel 2007, è organizzato da Internazionale in collaborazione con il comune e la provincia di Ferrara e la regione Emilia-Romagna.

Per informazioni scrivi a festival@internazionale.it